Articoli

Tutto quello che aveva per vivere

Sabato 2 dicembre, presso l’Oratorio Santissima Trinità, si è tenuto il ritiro di avvento per i bambini delle elementari.

Il ritiro è iniziato con un momento di accoglienza con tanti balli e giochi. e successivamente con un breve momento di preghiera in chiesa dove si è pregato ascoltando il brano di Vangelo della vedova nel tempio (Mc 12,38-44), drammatizzato dagli animatori. In seguito ai bambini è stato domandato cosa avessero compreso del brano di Vangelo e in quale personaggio maggiormente si identificavano: se nello scriba, che pur essendo ricco ha donato solo alcune delle sue tante monete, oppure nella vedova, che pur donando pochi spiccioli ha dato tutto quello che aveva per vivere.

Successivamente ad ogni bambino è stato consegnato un foglio con un pennarello su cui dovevano disegnare l’ombra della propria testa indicando alcuni particolari che li caratterizzavano. In un secondo momento, ai bambini sono state poste alcune domande:

  • cosa significa per te donare tutto?
  • In che modo possiamo donare anche noi come la vedova?

Quindi ai bambini è stata mostrata l’immagine del volto di Gesù disegnato su carta velina e sovrapposto all’ombra/faccia disegnata in precedenza per confrontarsi con il volto di Gesù. Grazie a questo confronto i bambini hanno capito che Gesù è dentro ciascuno di noi.

Al termine dell’attività si è tornati in chiesa per un ultimo momento di preghiera con il nostro parroco Don Stefano. Durante questo momento ai bambini sono state consegnate delle monetine su cui scrivere un proprio impegno per il tempo di avvento.

Il ritiro si è terminato con la merenda e con un momento di gioco libero e con un arrivederci al prossimo prossimo Sabato!

Tutto quello che aveva per vivere

Ritiro dei ragazzi di 3° 4° e 5° elementare

Quando?

SABATO 2 DICEMBRE dalle 14.30 alle 17.00

Cosa si farà?

Giochi e attività per i bambini seguiti da una conclusione in chiesa con Don Stefano.

Il tema del ritiro, in riferimento al Vangelo di Marco 12,38-44, sarà il DONARE, e si proverà a riflettere sulla dimensione della totalità di donare qualcosa agli altri, analizzando gli atteggiamenti dei personaggi del Vangelo, i quali danno un valore diverso al senso del donare… si dona per vanità o amore?

Anche un piccolo gesto può rendere felici!

Ieri, nella domenica delle Palme, noi animatori con alcuni bambini di 3, 4 e 5 elementare, dopo la Santa Messa, siamo usciti per le vie del quartiere per portare i rametti d’ulivo benedetti nelle case delle persone più anziane e malate e quindi impossibilitate a recarsi in chiesa.
Le persone che abbiamo visitato ci hanno accolto benissimo nelle loro case e sono rimaste molto contente di ricevere il rametto di ulivo ma sopratutto nel vedere dei bambini delle elementari entrare con gioia nelle loro case augurando loro, con questo gesto, una felice e serena Pasqua. Questa esperienza ha colpito positivamente anche gli stessi bambini, che hanno avuto modo di comprendere l’importanza e la gioia di donare del tempo agli altri.

Alla fine del giro, i bambini sono ritornati a casa insieme a noi animatori e hanno avuto occasione di parlare dell’esperienza appena vissuta e insieme abbiamo compreso che ci vuole proprio poco per fare un gesto semplice ma significativo, capace di donare un momento di gioia a chi ne ha più bisogno.