Articoli

Dov’è colui che è nato?

Sabato 16 dicembre i ragazzi delle medie dell’Oratorio Santissima Trinità hanno partecipato al ritiro d’Avvento, di un’intera giornata, dal titolo “Dov’è colui che è nato?”.

In ricerca come i magi

Al mattino i ragazzi hanno riflettuto sul modo in cui ciascuno di noi vive il natale andando anche a intervistare alcune persone per Settimo: i ragazzi nelle interviste hanno chiesto ai passanti come avrebbero passato le feste, cosa avrebbero fatto e con chi, ma soprattutto qual è lo stato d’animo con cui vivono la nascita di Cristo.
Sì è dunque poi ragionato su ciò che era emerso precedentemente confrontandolo con le risposte ottenute. I ragazzi hanno compreso che il Natale non è solo una ricorrenza qualsiasi ma è un momento per riscoprire i veri valori cristiani e ricordarsi che Dio si è fatto uomo.

Incontrando un testimone

Nel pomeriggio invece è venuto a trovarci Giancarlo ministrante della Parrocchia Santa Maria per raccontarci la sua lunga esperienza a servizio della Chiesa e di come lui incontri e viva ogni giorno Dio in ciò che fa.
In seguito i ragazzi hanno letto in una lettera la testimonianza di Daniele, un ragazzo giovane che ha deciso di intraprendere un percorso per diventare prete, che ha raccontato ai ragazzi cosa è per lui il Natale: riconoscere che Dio si fa presente in mezzo a noi, come uno di noi; e di come l’incontro con Dio gli abbia cambiato la vita.

In attesa del vero Natale

Singolarmente ci si è interrogati sul modo in cui Gesù ha a che fare con le nostre vite e come può renderle migliori, più belle.
Se guardassimo a quella capanna dove Gesù è nato e se pensassimo che quel Dio rimane con noi in ogni momento, allora ogni giorno saremmo più buoni, non solo a natale, perché ogni giorno vivremmo con lui. Bisogna ricercare in ognuno di noi il desiderio di felicità che solo Dio è capace di soddisfare, un desiderio di un “ per sempre” che in nessun altro modo, se non con lui, sarebbe stato possibile vivere.
Come ricordo dell’unione tra Dio e l’uomo è stato dato ai ragazzi un bracciale in regalo e la lettera della testimonianza di Daniele.
Il ritiro si è infine concluso con un momento di preghiera insieme a Don Stefano.

Andrea

Nel villaggio di Babbo Natale…

Sabato 23 dicembre, presso l’Oratorio Santissima Trinità, si terrà la Festa di Natale per tutti i bambini e i ragazzi del nostro quartire. Il ritrovo è previsto per le 14:30. Quest’anno abbiamo deciso di metterci in “gioco” alla riscoperta del vero significato del Natale, che non è fatto solo di regali, addobbi e grandi abbuffate, ma sopratutto da momenti da condividere con le eprsone più care nella gioia e in armonia tutti insieme. Faremo far visita a Babbo Natale nel suo villaggio. Il pomeriggio sarà ricco di balli, canti, lavoretti da preparare e giochi. Tutti siete invitati sia grandi che piccini.
Alle 16:30 panettone e tè caldo per tutte le famiglie.

Per questa ragione non mancate vi aspettiamo!

A sabato

Calendario Celebrazioni Natale 2017

da sabato 16 a venerdì 23 dicembre
ore 17.00 – novena di natale

domenica 24 dicembre 3 di avvento
ore 10.00 – Santa Messa
ore 22.30 – Santa Messa della vigilia

lunedì 25 dicembre
ore 10.00 – Santa Messa di Natale

martedì 26 dicembre
ore 10.00 – Santa Messa di Santo Stefano 1° martire

domenica 31 dicembre
ore 10.00 – Santa Messa e Te Deum a fine funzione

lunedì 1 gennaio 2018
ore 10.00 – Santa Messa Santa Maria Madre di Dio

sabato 6 gennaio
ore 10.00 – Santa Messa dell’Epifania del Signore

domenica 7 gennaio
ore 10.00 – Santa Messa del battesimo del Signore

Ritiro di Quaresima 2017 Elementari

#TuoFratelloRisorgerà

Sabato 18 marzo presso la Parrocchia Sacro Cuore Di Gesù e Madonna Del Carmine, a San Mauro, si è tenuto il ritiro delle elementari. Alle 14:45 siamo partiti dall’Oratorio Santissima Trinità.

Al nostro arrivo a San Mauro tutti gli educatori ci hanno accolto e hanno diviso i bambini in squadre. Dopo l’accoglienza ci siamo riuniti nel campo da basket e abbiamo ascoltato il brano della resurrezione di Lazzaro. Subito dopo un’animatrice di San Mauro ha spiegato il grande gioco, che era una caccia al tesoro basata sul racconto del Vangelo.

Il gioco consisteva nel superare 4 prove sfidandosi a squadre, alla fine di ogni prova ai bambini veniva dato un indizio per capire dove si svolgeva la prossima sfida. All’inizio del gioco a tutte le squadre è stato dato un indovinello, che li avrebbe portati al luogo della prima prova.

Nella prima prova i bambini avevano il compito di cercare la SAGOMA di Gesù ricoperta da un sudario, dalle bende e dalle pietre.

Nella seconda prova ai bambini è stato spiegato il significato del SEPOLCRO, che era il luogo che simboleggiava la preghiera, qui i bambini dovevano scrivere una preghiera di aiuto a Gesù e in seguito dovevano superare un percorso ad ostacoli per leggerla.

Nella terza prova ai bambini è stato spiegato il significato delle BENDE, che rappresentano tutti gli impedimenti che non ci permettono di conoscere Dio, in questa prova i bambini giocano a una sorta di “guardie e ladri” e alla fine devono togliere dalla sagoma le bende.

Nell’ultima prova i bambini comprendono il significato del SUDARIO, dove è impresso il volto di Cristo, che è difficile da riconoscere in mezzo alla massa, in questo momento i bambini provano a riconoscere chi è il direttore d’orchestra che si confonde in mezzo agli altri.

La giornata si è conclusa con un momento di preghiera e con la merenda offerta dalla Parrocchia di San Mauro.

Ciao al prossimo sabato!

Angela