L’alleanza dei giovani di tre oratori di Settimo

Stare al Mondo significa Sapere. Sapere vuol dire Informarsi. Informarsi vuol dire non fermarsi all’apparenza, ma andare oltre cercando notizie per scoprire la verità delle cose. Per i giovani di oggi è importante questo argomento perché si hanno ancore molte cose da scoprire. Questo lo abbiamo imparato svolgendo le varie attività organizzate per noi ragazzi del campo di prima superiore, il cui tema era l’Informazione. Un tema vasto che abbiamo potuto approfondire in più modi. Innanzitutto abbiamo affrontato un dibattito sull’immigrazione stile “Forum”, confrontando così le nostre idee a riguardo. Abbiamo avuto modo di parlare con il direttore della Voce del Popolo, Luca Rolandi; un incontro molto interessante anche se faticoso da seguire, visto lo spessore dell’argomento. Grazie alle informazioni lasciateci dal giornalista, abbiamo potuto analizzare un articolo di giornale, evidenziando i punti più importanti.

Tra scherzi, risate e sgridate ciò che portiamo a casa, ma soprattutto nel nostro cuore, sono i ricordi delle attività svolte. Come dimenticarsi i “faticosi” balli intorno al falò, il pauroso gioco notturno nel bosco, le canzoni che abbiamo stonato durante il karaoke, il respiro mozzato dai paesaggi visti nella camminata conclusa con una rotolata nel prato e una merenda a base di pane e nutella!

Ognuno ha un carattere diverso, ma in un gruppo è proprio la diversità che rende speciali i momenti regalando sorrisi e ricordi indimenticabili. È interessante scoprire che anche soltanto dopo tre giorni un conoscente può rivelarsi un amico su cui contare sempre e comunque. È proprio in un clima così che l’amore e il rispetto verso gli altri si fa sentire.

Ciò che ti fa conoscere una persona può arrivare da testimonianze di chi ne sa più di noi, come è successo in questo campo grazie a Don Paolo e la sua barba, a Suor Renza e la sua chitarra e ai responsabili e le loro ramanzine che ci hanno guidato in questa esperienza alla scoperta di noi stessi e di Gesù.

Un viaggio cambia sempre una persona proprio come noi tornando da Martassina siamo maturati grazie al confronto con gli altri, allo scambio di idee, alla condivisione di un pensiero e ai semplici gesti della quotidianità.

Quando si dice che l’Unione fa la forza è proprio vero, infatti dalla “fusione” di questi tre oratori, San Giuseppe, San Vincenzo e Santissima Trinità, abbiamo dimostrato che si può crescere insieme per un futuro migliore.

Campo Superiori 2015

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi