GMG 2016: incontro, condivisione e scoperta

Quest’anno ho deciso di partecipare alla GMG, Giornata mondiale della Gioventù, un’esperienza che ha lasciato il segno in me e nelle centinaia di migliaia di giovani che hanno vissuto con me questa splendida esperienza.

La GMG per me la si può riassumere con tre parole: incontro, condivisione e scoperta.
L’incontro con persone che provengono da paesi lontani e diversi, con storie alle spalle differenti dalle nostre, unite dall’amore per il Signore e che si riuniscono con un solo obiettivo: incontrare Dio.
La condivisione delle cose più semplici, una bottiglietta d’acqua durante un lungo cammino o un panino per riprendere le forze dopo essere arrivati a destinazione, ma anche la condivisione delle proprie idee, delle proprie frustrazioni, dei propri dubbi, delle proprie convinzioni. La condivisione che ci aiuta a trovare una risposta alla nostre domande.

La scoperta della città, delle persone che ci hanno ospitato, del loro rapporto con Dio, di ciò che si può diventare sostenuti dalla fede, la scoperta o forse la “riscoperta” di se stessi.

Tra i mille ricordi che mi porto a casa, oltre ai sorrisi dolci delle persone che mi hanno accolto, alle code infinite per mangiare, al caldo insopportabile che si alternava a bufere inaspettate, agli occhi commossi di quelle persone con cui avevamo stretto un legame così profondo in solo una settimana, penso che porterò sempre con me queste parole di Papa Francesco: “Il mondo di oggi vi chiede di essere protagonisti della storia perché la vita è bella sempre che vogliamo viverla, sempre che vogliamo lasciare un’impronta“.
Bisogna vivere la propria vita lasciando il segno, con il coraggio di alzarsi dal divano e buttarsi tra la mischia, con il coraggio di smettere di vivacchiare e di iniziare a vivere. La GMG comincia oggi, qui a Settimo, ed è qui che voglio lasciare un segno della mia presenza, un segno che possa davvero rendere più bella e gioiosa la mia vita e quella di chi incontrerò nel mio cammino!

Federica

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi